statale 106

Statale 106, una spina nel fianco dei crotonesi

Tra mille difficoltà, tutte ormai note, Akrea continua a profondere il massimo impegno per limitare i disagi causati dall’accumulo di rifiuti per strada.

Le zone critiche sono sempre le stesse: Statale 106, Farina, S.Antonio (in particolare via Macello). L’indiscriminato abbandono di spazzatura è costantemente all’attenzione degli operatori, i quali intervengono come possono per raccogliere rifiuti di ogni tipo, spesso anche quelli non urbani.

Alcuni tratti della statale 106, famigerata non solo per l’alto tasso di mortalità stradale, sono ormai diventati una abnorme discarica, nonostante la ridotta presenza di abitazioni private. Anche la tipologia dei rifiuti quasi sempre non corrisponde a quella prodotta dagli insediamenti industriali e commerciali che insistono nell’area.

Nella gallery fotografica sono visibili gli interventi delle squadre di Akrea lungo tutta l’arteria stradale (via Enrico Mattei a nord e via S. Luca a sud) che ricade nel perimetro urbano, anche se a volte l’impressione è quella di svuotare il mare con un secchiello.

Per i prossimi giorni è previsto un piano d’azione coordinato al fine di razionalizzare e rendere più efficaci gli interventi, sia nei quartieri del centro sia in quelli periferici. Ma è ormai evidente a tutti che in alcune zone urbane il lavoro di Akrea deve essere supportato da provvedimenti più articolati e sinergici.

Read more

Brasimato sgomberata dai rifiuti. Critica la “solita” 106 nonostante gli interventi

L’area poderale di Brasimato, una delle zone periferiche più critiche della città in quanto ad accumulo di spazzatura. La segnalazione dei residenti è stata raccolta dagli operatori di Akrea, intervenuti per ripulire l’intera zona (compresa via dei Melograni) che lambisce la statale 107 Silana. Nelle foto in galleria sono visibili i lavori effettuati.

La situazione rimane invece problematica sulla complanare (il vecchio percorso della 106), in zona Margherita soprana. Nonostante la costante attenzione dei tecnici e delle squadre di Akrea, basta un solo giorno per trovarsi di fronte a montagne di immondizia, una quantità evidentemente sproporzionata rispetto al numero delle famiglie residenti nell’area.

Non solo rifiuti domestici, ma anche ingombranti e pericolosi, la cui rimozione necessita purtroppo di attività e procedure più complesse, con inevitabile aggravio dei costi di conferimento.

Cartoni e sacchetti di immondizia sono sparsi anche lungo le scarpate a ridosso dei pontili tra la vecchia e la nuova 106: sono le tracce lasciate dai “lanciatori” di professione, automobilisti di passaggio che pensano di disfarsi così dei propri scarti. Senza alcuna coscienza.

Read more

Statale 106 invasa dai rifiuti. Akrea intensifica gli interventi ma è lotta impari

Nonostante gli sforzi profusi dal gestore dei servizi di igiene urbana, alcune zone della città continuano a essere invase da ogni genere di rifiuti: ingombranti, apparecchi elettrici e anche rifiuti domestici.

Spazzatura abbandonata selvaggiamente lungo le strade a tutte le ore del giorno e della notte: una cattiva abitudine che rende inefficace l’intervento degli operatori, pur impegnati in forze in questi giorni di festività.

La situazione è particolarmente grave sulla Statale 106, dove Akrea continua a registrare un anomalo accumulo di rifiuti sia in direzione sud sia in direzione nord, causato evidentemente dal conferimento di ingombranti e sacchetti di rifiuti domestici da parte di cittadini non residenti.

Anche nelle aree periferiche della città, l’inosservanza degli orari di smaltimento è causa di forte disagio e non agevola il lavoro di Akrea, le cui squadre di netturbini sono state ulteriormente rafforzate nel periodo natalizio proprio per assicurare un servizio soddisfacente di raccolta e di pulizia delle strade, nonostante la precarietà dei mezzi a disposizione.

L’Amministrazione Comunale e Akrea ricordano che dal primo ottobre 2016 è in vigore un’ordinanza sindacale che stabilisce la fascia oraria entro cui smaltire i rifiuti: dalle 17.30 alle ore 6.00 del giorno successivo. http://www.comune.crotone.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/6759

L’ampia fascia oraria è stata rimodulata rispetto alla prima indicazione, più riduttiva, anche per venire incontro alle esigenze delle persone anziane, al fine di rendere loro più agevole il conferimento dei rifiuti nella stagione invernale.

Appare superfluo sottolineare che per un’immagine della città davvero dignitosa, è imprenscindibile la piena collaborazione dei cittadini, residenti e non residenti. Il corretto comportamento da parte dell’utenza, infatti, non solo è necessario per il decoro urbano, ma anche e soprattutto per evitare l’insorgere di danni alla salute delle persone e all’ambiente nel quale si vive.

In proposito, visto il perdurare dell’abbandono incontrollato di rifiuti, in particolare nelle zone sopra menzionate, Comune e Akrea stanno pensando di intensificare le operazioni di monitoraggio e di controllo delle modalità di conferimento, studiando l’applicazione di provvedimenti atti a sanzionare comportamenti contrari alla civile convivenza e pericolosi per la salute pubblica.

Read more