Archives for AKREA informa

Aumenta la differenziata nel circuito commerciale dopo la distribuzione dei contenitori. Ma il lavoro è ancora lungo

Akrea ha completato, già da una decina di giorni, la distribuzione dei contenitori per la raccolta differenziata alle attività commerciali situate sulla fascia costiera, dalla Lega navale fino a Capocolonna.

Sono stati consegnati in comodato d’uso gratuito circa 150 bidoni di vario tipo (multimateriale, vetro, carta e organico) a una settantina di pubblici esercizi. L’operazione è stata concertata con Confcommercio, Sib (sindacato stabilimenti balneari) e Camera di Commercio, che hanno collaborato in modo concreto a promuovere presso i propri iscritti i comportamenti più corretti circa il conferimento dei rifiuti.

Nelle prossime settimane altri 640 contenitori, acquistati di recente, saranno distribuiti nel circuito commerciale cittadino e in alcuni quartieri pilota.

Confortanti i primi dati sulla raccolta: in un solo giorno gli operatori di Akrea hanno riversato sui propri mezzi 1,2 quintali di vetro e quasi 400 chili di multimateriale (plastica, alluminio, etc.). A dimostrazione che con l’apporto di tutti anche Crotone può “differenziarsi”.

Il lavoro, però, è ancora lungo, come dimostrano le immagini nell’articolo (alterate per ragioni di privacy). In uno dei video girati dagli operatori incaricati di controllare l’esecuzione del servizio, si notano due ragazzi, dipendenti di un locale, che trascinano sacchi di rifiuti verso corso Messina riponendoli sulla strada anziché negli appositi cassoni semivuoti.

Idem per gli altri due “avventori del cassonetto” nella foto, i quali ritengono di poter abbandonare inerti e scarti edilizi per le vie della città.

Ma il culmine si raggiunge a S.Antonio, dove un uomo lancia letteralmente dalla propria auto mucchi di materiale, del tutto incurante dei cassoni posti a due metri da lui. Il video qui riprodotto non ha bisogno di commenti.

Akrea ha provveduto a inoltrare una segnalazione ai vigili urbani e al competente ufficio comunale affinché adottino i provvedimenti del caso.

Read more

Gestione impianti sportivi, firmato atto di concessione ad Akrea

COMUNICATO STAMPA

Si è tenuta ieri sera nello studio del notaio Andrea Proto l’assemblea straordinaria di Akrea con all’ordine del giorno la modifica dello statuto della partecipata pubblica.

Per il socio unico, il Comune di Crotone, era presente la dirigente del settore Attività produttive, dottoressa Maria Teresa Timpano; per Akrea Spa, il presidente ingegnere Gianluca Giglio, il consigliere avvocato Raimondo Mancini e il Collegio dei revisori al completo.

La modifica dello statuto si è resa necessaria, in particolare, per l’affidamento della gestione degli impianti sportivi in capo alla società in house providing, adempimento propedeutico alla firma dell’atto di concessione avvenuta nella stessa serata nella sede municipale.

Oltre alle strutture sportive, l’oggetto sociale di Akrea è stato integrato con l’attribuzione di ulteriori competenze in tema di Aree mercatali, Fiere, Strutture ricreative e culturali e, più in generale, in materia di servizi pubblici locali.

In forza della concessione, Akrea sarà il soggetto incaricato di indire gli avvisi per l’assegnazione degli spazi di Palakrò, Palamilone e Settore B alle Associazioni sportive che ne faranno richiesta, avendo come linea guida la tutela del diritto universale alla pratica sportiva e l’equilibrio finanziario dell’attività di gestione a salvaguardia del bilancio pubblico.

Nella redazione degli avvisi Akrea sarà supportata dalla società pubblica Sport e Salute Spa, braccio operativo del Ministero dello Sport, che si è reso disponibile per monitorare l’esecuzione dei vari step procedurali, mentre l’ente comunale provvederà alla verifica delle condizioni strutturali dei vari edifici e agli interventi necessari per la messa in esercizio degli stessi.

Akrea, interpretando le esigenze delle Associazioni sportive, produrrà il massimo sforzo per garantire la fruibilità dei tre impianti compatibilmente con la ripresa delle attività agonistiche.

Read more

Riprende la raccolta degli Rsu, attivi Ponticelli e Columbra

Akrea ha ripreso stamattina l’attività di raccolta dei rifiuti nel circuito cittadino, dopo il fermo dell’impiantistica di trattamento, recupero e smaltimento che nei giorni scorsi ha provocato a valle l’interruzione del servizio di rimozione dei rifiuti solidi urbani.

A seguito dell’ordinanza contingibile e urgente n. 1243 emanata ieri dal Commissario straordinario del Comune di Crotone, che riprende l’ordinanza regionale n. 54 del 3 luglio, la discarica di Columbra accoglierà dal 10 al 31 luglio gli scarti di selezione dell’impianto di Ponticelli, al fine di non interrompere il regolare svolgimento di un servizio pubblico essenziale a tutela della salute pubblica.

Nell’ordinanza del Commissario, prefetto Tiziana Costantino, si legge, tra l’altro, che “l’impianto di discarica, ubicato in loc. Columbra del Comune di Crotone, di proprietà della Sovreco Spa, diventa nella circostanza temporale in atto un impianto di rilevante necessità strategica per il Comune di Crotone in questo momento di particolare emergenza igienico sanitaria“.

Le strutture di Ponticelli e Columbra resteranno operative anche nella giornata di domani, domenica, per velocizzare la gestione del ciclo dei rifiuti sul territorio comunale. Da oggi e per i prossimi giorni Akrea dedicherà il massimo sforzo organizzativo per rendere il più possibile efficiente il servizio di raccolta e pulizia delle vie cittadine, con la speranza che anche l’utenza contribuisca con comportamenti adeguati al ripristino del decoro urbano.

Read more

Ancora un fermo al termovalorizzatore di Gioia Tauro. Oggi Akrea raccoglie solo differenziata

L’ennesimo fermo del termovalorizzatore di Gioia Tauro sta provocando la sospensione del conferimento dei rifiuti solidi urbani all’impianto di selezione di Ponticelli per l’impossibilità di trasferire gli scarti di lavorazione alla discarica di Columbra.

Al fine di limitare i disagi in città, oggi Akrea è impegnata a raccogliere alcune frazioni di differenziata: carta e cartone, organico e  ingombranti. L’azienda, infatti, nei giorni scorsi ha provveduto a formalizzare accordi con altre piattaforme per conferire parte dei rifiuti riciclabili.

Il problema, come è noto, riguarda tutta la Calabria. Ieri alla Cittadella si è svolto un summit tra l’assessore alla Tutela dell’ambiente, Sergio De Caprio, con i rappresentanti degli Ato provinciali per tentare di trovare soluzioni in grado di alleggerire la problematica, in attesa dell’annunciata riorganizzazione dell’intero ciclo dei rifiuti regionale.

Al momento non è dato conoscere quando e se la discarica privata di Sovreco potrà essere autorizzata ad accogliere i residui dell’indifferenziata prodotta nella città di Crotone.

Read more

Akrea riorganizza i servizi. Potenziamento della differenziata nel circuito commerciale e nei lidi

Comunicato stampa

Prosegue il lavoro di riorganizzazione in Akrea. Personale e servizi sono quotidianamente al centro di analisi e verifiche da parte del management aziendale, che nelle prossime due settimane conta di avviare, in un’operazione concertata con Camera di commercio, Confcommercio e Sib (sindacato dei balneari), il potenziamento della raccolta differenziata nel circuito dei pubblici esercizi e presso gli stabilimenti balneari.

Come annunciato nella recente conferenza stampa, si tratta di una prima implementazione della differenziata “su strada”, che sarà poi estesa a tutta l’area urbana secondo gli obiettivi definiti nel nuovo contratto di servizio con l’ente comunale e con le modalità e i tempi consentiti dalle risorse effettivamente disponibili.

Naturalmente gli sforzi del gestore devono essere accompagnati da una più puntuale e ordinata collaborazione da parte dell’utenza, commerciale e privata.

Come opportunamente sottolineato in due servizi della Tgr Calabria (qui dal min.8:24 e qui dal min.11:20) è necessario che i cittadini rispettino gli orari di conferimento dei rifiuti solidi urbani, in particolare dell’organico durante il periodo estivo, al fine di evitare conseguenze anche sul piano sanitario.

Stesso discorso per gli ingombranti che, nonostante la presenza di due isole ecologiche (anche esse interessate a un’operazione di potenziamento), continuano a invadere le vie cittadine, formando in alcune aree vere e proprie discariche a cielo aperto.

In proposito Akrea ricorda gli orari di conferimento degli Rsu: dalle ore 17,30 alle ore 6, come stabiliti dall’Ordinanza sindacale n.113 del 30-09-2016. L’Ordinanza sindacale n.85 del 26.07.2016, invece, dispone il divieto assoluto di abbandono su aree pubbliche, o private ma soggette all’uso pubblico, di qualsiasi tipologia di rifiuti, in particolare di ingombranti.

Read more

Pescheria e S.Francesco, le due facce della medaglia

La foto di sinistra è stata scattata ieri mattina in una viuzza della “Pescheria”, in pieno centro storico, cioè in quella che in qualsiasi città del mondo è considerata l’area urbana di maggior pregio, dove abitare è un privilegio per chi avverte la responsabilità di essere in qualche modo il “custodedi un patrimonio identitario della propria comunità.

La foto di destra è di ieri pomeriggio e immortala il rione S. Francesco, un quartiere periferico considerato “popolare”. Qui, anche grazie all’opera preziosa dei parroci “sangaetanini”, i residenti sono abituati a prendersi cura del loro habitat, cercando di preservarlo dall’incuria e dal degrado.

(Sfoglia la gallery per altre immagini).

E’ uno spaccato di due contrapposte sensibilità, a testimonianza di come il senso civico, la propensione al decoro non siano necessariamente connessi agli indicatori socioeconomici. Il rispetto per la propria città e verso la comunità a cui si appartiene è un fatto essenzialmente culturale (nel senso più ampio del termine), individuale e collettivo.

Ecco perché la battaglia contro queste forme di inciviltà è lunga e dura. E sarà vinta solo quando le foto di destra saranno più numerose di quelle di sinistra. Anzi, quando non ci sarà più bisogno di scattare foto.

Read more

Conferenza Akrea, in evidenza limiti e prospettive della partecipata comunale

Si è tenuto ieri mattina, presso la Casa della Cultura, il previsto incontro con gli organi di informazione, durante il quale il neopresidente di Akrea, Gianluca Giglio (vedi il profilo professionale), ha delineato lo stato dell’arte dell’azienda in house providing del Comune di Crotone, esponendo le linee programmatiche del suo mandato.

In rappresentanza dell’ente locale è intervenuto il Commissario straordinario, prefetto Tiziana Costantino, che ha ribadito la volontà dell’Amministrazione di dare pieno sostegno alla mission della società partecipata, “alla cui guida non a caso è stata chiamata una figura con precise capacità manageriali”, come ha tenuto a sottolineare.

Per Akrea erano presenti anche i consiglieri, avvocati Raimondo Mancini ed Erminia Longo.

Tanti gli argomenti toccati durante il confronto con i giornalisti (scarica slide). Su tutti, i temi “caldi” della differenziata, degli ingombranti e delle isole ecologiche. Ma anche la posizione degli ausiliari del traffico, il cui servizio è stato dismesso per scadenza della convenzione, e l’affidamento in gestione degli impianti sportivi.

Su questi due ultimi aspetti ha riferito il Commissario. I primi (13 lavoratori) sono stati internalizzati in attesa del bando di gara che il Comune dovrà indire per l’affidamento in concessione del servizio di sosta regolamentata. In merito alle strutture sportive, la decisione di affidarne la gestione alla società in house nasce dall’esigenza di assicurare trasparenza e tutela nell’amministrazione del patrimonio comunale.

L’intervento del presidente Giglio è stato invece incentrato sui servizi di igiene urbana in carico ad Akrea – raccolta rifiuti, spazzamento e manutenzione (parziale) del verde pubblico – per i quali è in corso di revisione la convenzione con il Comune.

Descrivendo lo stato di salute della società, il presidente Giglio ha parlato di “azienda patrimonializzata ma non liquida“, un dato che condiziona gli investimenti necessari per una reale riorganizzazione dei servizi e del personale nel breve periodo. La “nuova Akrea” vedrà pertanto la luce a seguito dell’approvazione del nuovo bilancio comunale (fine luglio), nel quale l’ente prevede di inserire risorse finanziarie adeguate alle occorrenze della partecipata. Intanto si procederà per tappe nei servizi maggiormente “attesi” dai cittadini, ai quali però sono richiesti comportamenti più collaborativi per il mantenimento del decoro urbano.

Raccolta differenziata – Nelle condizioni attuali è impensabile poter erogare il servizio a 360 gradi, che sarà ragionevolmente realizzabile entro la prossima primavera, dopo aver completato le procedure di gara per l’acquisto di mezzi e attrezzature e aver riorganizzato la forza lavoro. Tuttavia, una primo potenziamento della raccolta differenziata, che oggi si attesta su una media mensile del 12%, sarà effettuato a partire già da luglio nel circuito commerciale e in alcune aree urbane particolarmente critiche.

Ingombranti e Isole ecologiche – Per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti è necessario avvalersi di aziende specializzate, con le quali il Comune dovrà sottoscrivere apposite convenzioni. I contratti serviranno anche a liberare spazio nelle isole ecologiche, che peraltro, particolarmente nell’ultimo periodo, stanno registrando anomalie sulle quali l’Amministrazione comunale intende intervenire monitorando le modalità di conferimento con l’installazione di telecamere.

Discariche abusive – Le “fototrappole” saranno installate anche in quelle aree residenziali e periferiche, dove oggi vengono scaricati rifiuti di ogni tipo, spesso da parte di utenti non residenti.

Riorganizzazione del personale – Su un organico di 115 persone, la forza lavoro è costituita da circa 80 unità con età media di 57 anni, il 60% delle quali è soggetto a prescrizioni e limitazioni. Occorre perciò intervenire integrando nuova forza lavoro e ottimizzando le risorse umane oggi in carico all’azienda.

“Ritengo che l’incontro di oggi sia stato un momento di confronto franco e costruttivo con gli operatori della comunicazione e, per loro tramite, con la Città – ha concluso il presidente Giglio -; il primo di un percorso che intendo svolgere con cadenza periodica perché lo ritengo indispensabile per una corretta rappresentazione dei diversi aspetti e delle molteplici competenze che investono il complesso tema dell’igiene urbana nella nostra città”.

Read more

Emergenza rifiuti, si va verso la normalizzazione. Aumentato il volume dei conferimenti

Spiragli di luce sulla situazione rifiuti in città. Le ultime notizie che arrivano dalla direzione dell’Ato provinciale di Crotone fanno ben sperare in una soluzione dell’emergenza che si è venuta a creare nelle ultime due settimane a causa delle criticità delle filiere regionali. 

Nella giornata di domani, infatti, l’impianto di Ponticelli potrà accettare fino a 190 tonnellate di Rsu (circa il doppio del quantitativo attuale), che sommate alle 100 tonnellate di oggi porteranno il totale dei rifiuti trattati a quasi 300 tonnellate. L’aumento del conferimento nella stazione di lavorazione è la diretta conseguenza delle volumetrie riservate alla sola città di Crotone nella discarica di Columbra, dove vengono trasferiti gli scarti di lavorazione. Un risultato ottenuto grazie al lavoro sinergico di Amministrazione comunale e Autorità provinciali, che ci si augura possa dispiegare effetti più durevoli in attesa della revisione dell’intero sistema dei rifiuti calabrese.

Dal canto suo, Akrea si è fatta trovare pronta per organizzare nel modo più efficace il servizio di raccolta. Una task force di oltre cinquanta operatori è all’opera da questa notte per rimuovere dalle strade (incluse le contrade e le periferie) i residui della spazzatura accumulata, provvedendo anche al lavaggio delle stesse.

Gli interventi, che richiedono un impiego straordinario di uomini e mezzi ai quali l’azienda provvederà con risorse proprie, sono stati programmati nella serata di ieri nel corso di una articolata riunione tra dirigenza e personale, appena giunta conferma della disponibilità del maggior volume di conferimento.

Un capitolo a parte, invece, merita la raccolta dei materiali ingombranti. Un fenomeno che ha fatto registrare una crescita considerevole, in particolare nell’ultimo anno, sulla cui natura è in corso un’analisi più approfondita da parte di Akrea poiché incide pesantemente non solo sul decoro urbano ma anche sulle casse dell’azienda pubblica.

Nei prossimi giorni saranno perfezionate le convenzioni con le imprese specializzate nella lavorazione di questa tipologia di rifiuti, per le quali sono necessari idonei adempimenti amministrativi con il Comune.

Appena definiti gli accordi, saranno maggiormente fruibili le isole ecologiche di via Saffo e piazzale della Pace, dove gli utenti – giova ribadirlo – sono invitati a conferire i materiali.

Read more

Il Passaggio della Madonna tra i rifiuti: indecente rappresentazione di sacro e profano. Il rammarico di Akrea

Non ci sono scuse. La spazzatura che campeggia lungo le strade durante il Passaggio della Madonna è una cornice indegna del Quadro venerato da secoli dai fedeli crotonesi, poiché violenta il sentimento popolare e le tradizioni religiose e culturali di un’intera comunità.

Di questo degrado Akrea si scusa pubblicamente con i cittadini, con il clero e con le istituzioni. Amministratori e operatori, pur non risparmiandosi in questi frangenti di emergenze varie, sono consapevoli e si fanno portatori del grave disagio che sta vivendo la città.

E’ un’ammissione di responsabilità che tuttavia dovrebbe far riflettere tutti. Se è vero che il problema dei rifiuti è sistemico nella nostra regione, è anche vero che alle soluzioni già individuate per razionalizzare i processi si devono accompagnare, da subito, misure idonee e coerenti sui singoli territori.

La recente disposizione regionale che autorizza un ulteriore conferimento nella discarica di Columbra rischia di essere un palliativo se le ridotte volumetrie disponibili devono servire anche gli altri impianti di trattamento regionali, come purtroppo continua ad avvenire.

Le condivisibili dichiarazioni di principio dell’amministrazione regionale (ogni Ato provinciale deve dotarsi di propri impianti e discariche) devono trovare immediata applicazione anche in questa fase transitoria: per superare l’emergenza e per non generare pericolose quanto sterili contrapposizioni intestine.

Attualmente l’Ato di Crotone può conferire all’impianto di Ponticelli mediamente 100 tonnellate al giorno. Se si considera che nella settimana di fermo si sono accumulate oltre 400 tonnellate di rifiuti, e che la produzione quotidiana di Rsu in città è di 65 tonnellate, va da se che occorreranno circa un paio di settimane per smaltire tutta la spazzatura in strada.

E’ perciò comprensibile l’indignazione dei cittadini, che fa tuttavia il paio con lo sconcerto dello stesso gestore dei servizi di igiene urbana.

E’ evidente ormai che il problema dello smaltimento dei rifiuti richiede un impegno sinergico di tutti soggetti in campo: decisore politico, amministrazioni locali, gestori dei servizi, utenti. E richiede soprattutto un’assunzione di responsabilità collettiva. Su questo fronte Akrea è impegnata in prima linea.

Read more

Ultim’ora – Ponticelli riprende l’attività. Da domani inizia lo sgombero dei rifiuti sulle strade

Buone notizie dal fronte rifiuti. Da domani, sabato 23 maggio, Akrea potrà tornare a conferire i rifiuti a Ponticelli. Questo significa che già a partire da domani, e per tutta la prossima settimana, gli operatori di Akrea saranno impegnati a rimuovere i cumuli di spazzatura ammassati lungo le vie cittadine.

La ripresa dell’attività di conferimento è stata resa possibile in forza dell’ordinanza regionale emanata poco fa per superare la fase emergenziale. La disposizione della Regione autorizza la società Ekrò, gestore dell’impianto di selezione di Ponticelli, a effettuare i conferimenti degli scarti di produzione dei rifiuti solidi urbani presso la discarica di Columbra.

Tempi e modalità di conferimento saranno concordati tra l’Ato della provincia di Crotone e la società Sovreco, gestore della discarica.

Read more